Centro Studi   San Carlo Da Sezze

manifestazioni

Celebrazione 348° anniversario della morte di San Carlo da Sezze

 > 7 gennaio 2018


404° anniversario della nascita e del Battesimo di San Carlo da Sezze

 > 22 e 28 ottobre 2017


"In cammino con San Carlo da Sezze"

Casa San Carlo, Chiesa San Lorenzo, Museo Archeologico espositive

Sezze, 29 aprile - 13 maggio 2017

 > 29 aprile 2017                                                      

Un nuovo appuntamento di rilievo si aggiunge alle stagioni espositive che da anni animano il Museo Archeologico di Sezze. Il 29 aprile si inaugura, alla presenza del Sindaco Andrea Campoli, la mostra "In cammino con San Carlo da Sezze" promossa dal Centro Studi di San Carlo da Sezze e coordinata dal presidente Antonella Bruschi sotto l'attenta regia di Ernesto Carlo di Pastina, Presidente della Commissione Cultura del Comune di Sezze. Articolata in tre sedi espositive, la mostra mette a confronto una trentina di artisti contemporanei di diverse generazioni e scelte espressive. La prima sezione, "Ritratti del Santo", nella Casa Natale di San Carlo, presenta le opere di Cecilia Bossi, Tommaso Brusca, Robbi Huner, Raffaela Gentile e Fabio Santori che hanno interpretato e approfondito con più tecniche espressive la figura del Santo; la seconda sezione, nella Chiesa di San Lorenzo, ospita un'installazione di Cecilia Bossi sul tema della Croce. 

Il percorso prosegue nelle sale del Museo Archeologico, corpo centrale di tutta la rassegna. La prima parte dell'esposizione chiama a raccolta, adottando un titolo efficace "Nel nome del Padre", dipinti e sculture d'arte sacra contemporanea. Vincenzo Esposito e Raffaela Gentile portano in primo piano il volto del Cristo; Anna Maria Tessaro e Antonella Pernarella fissano lo sguardo sull'ora dell'agonia; Maria Ceccarelli (Mac) e Maria Felice Petyx sul tema della Vergine Maria. Sulla simbologia della Croce  si soffermano Beatrice Palazzetti, Antonio Galeazzi (Agal), Robbi Huner, Anna Salvati e Sara Marchetti. Pino Spagnuolo ci racconta la parabole del figliuol prodigo, Maurilio Cucinotta la scena del Golgota e Gloria Tranchida il cammino verso il calvario. Riccardo Paolucci firma i disegni della Via Crucis, Angela Ronzoni, la Sacra Famiglia e Paolo Cannucciari "L'albero pietrificato".   

A rendere ancora più interessante il percorso disegni e tempere di Remo Brindisi, Umberto Mastroianni, Piero Annigoni e Luciano Minguzzi, grandi interpreti dell'arte del secondo Novecento. Sempre al Museo Archeologico, nella Sala del Mosaico, la mostra "Natura, Figura, Paesaggi". Di Selly Avallone una veduta di Villa Pamphili; di Rosita Sfischio ritratti e figure femminili; di Paul de Haan una splendida natura morta. E ancora disegni a penna biro di Fabio Santori, i pastelli di Giovanna Gallo e un lirico tramonto sul Foro Romano di Susy Senzacqua. Da controcanto le tempere di Nuccia Amato Mocchi, uno sguardo sul quotidiano, i dipinti materici di Marco Diaco e i paesaggi cosmici di Felixandro, modulati con tonalità di azzurri.


Celebrazione 347° anniversario della morte di San Carlo da Sezze

 > 7 gennaio 2017


"Epifania" 347° anniversario della morte di San Carlo da Sezze

 > 6 gennaio 2017


Presentazione del CD musicale dedicato ai Santi Patroni

 > 5 novembre 2016

Sabato 5 novembre nella Cattedrale di Santa Maria, con inizio alle ore 19,00, verrà presentato il CD musicale “Santi da amare – Gli inni di San Carlo da Sezze e di San Lidano d’Antena, patroni della Città di Sezze".

L’opera, realizzata dal Centro Studi San Carlo da Sezze, contiene tutti gli inni, canti e musiche relativi ai Santi Patroni e fa riferimento alle tradizioni popolari e musicali setine, anche di recenti compositori e rappresenta le esperienze dei Frati Minori, non solo della Provincia Romana, e del paese natale di San Lidano, Civita d’Antino in Provincia de l’Aquila.

Alla realizzazione del CD hanno concorso la Corale San Carlo da Sezze diretta dal M° Bruno Soscia, il Coro Parrocchiale di San Lorenzo Martire di Crocemoschitto diretto dal M° Francesca Pacilli ed il Complesso Musicale BrassPhonia.

Le registrazioni sono state effettuale nella Chiesa Parrocchiale di San Pietro con il supporto tecnico di Giuliano Radicioli e Radio Immagine.

Il CD, originale nel suo genere, ha ricevuto il patrocinio della Città di Sezze , del Comune di Civita d’Antino, della Diocesi di Latina-Terracina-Sezze-Priverno, della Diocesi di Sora-Cassino-Aquino-Pontecorvo e della Provincia Romana dei Frati Minori del Lazio.

Durante la serata verranno riproposti dal vivo tutti gli inni incisi con uno spettacolo dove torneranno ad esibirsi la Corale San Carlo da Sezze, il Coro Parrocchiale di San Lorenzo Martire di Crocemoschitto ed il Complesso Musicale BrassPhonia.



Conferenza: Sezze ed il Giubileo straordinario della Misericordia

 > 29 ottobre 2016

Sabato 29 ottobre 2016, nella Basilica Cattedrale di Santa Maria, alle ore 18,00, si terrà una solenne celebrazione eucaristica, presieduta da padre Pedro Ariel Sosa i.v.e.. A seguire, alle ore 19,00, nella Sala dell' Ercole del Museo Archeologico Comunale in Piazza Bruno Buozzi, si terrà  la Conferenza: "CARLO DA SEZZE, UN CUORE FERITO DALLA MISERICORDIA". Relatore il  PROF. PADRE PIETRO MESSA O.F.M. - Preside della Scuola Superiore di Studi Medioevali e Francescani della Pontificia Università Antonianum di Roma.

La manifestazione ha avuto il patrocinio della Presidenza della Regione Lazio ed è organizzata in collaborazione, oltre che del Comune di Sezze, della Basilica Cattedrale di Santa Maria, dell’ Istituto del Verbo Incarnato, della Compagnia dei Lepini e della Confraternita del SS.mo Cuore di Gesù detta dei “Sacconi”.


Sezze ed il Giubileo straordinario della Misericordia: 

“Carlo da Sezze, un cuore ferito dalla Misericordia”

 > 22, 27, 29 ottobre 2016

Nelle giornate del 22, 27, e 29 di ottobre sono in programma a Sezze una serie di manifestazioni per il Giubileo della Misericordia. Le manifestazioni sono organizzate dal Centro Studi San Carlo da Sezze con il patrocinio e contributo della Presidenza della Regione Lazio e la collaborazione  del Comune di Sezze, della Basilica Cattedrale di Santa Maria, dell’Istituto del Verbo Incarnato, della Compagnia dei Lepini e della Confraternita del SS.mo Cuore di Gesù detta dei Sacconi.

Sabato 22 ottobre 2016, nella Basilica Cattedrale di Santa Maria, alle ore 18,00 si terrà la solenne celebrazione eucaristica, presieduta da padre Damiano Grecu i.v.e., animata dalla Corale San Carlo da Sezze e dalla Schola Cantorum Diocesana Corodia. A seguire, alle ore 19,00, si terrà un concerto di musiche e canti sacri con l'esibizione della Corale San Carlo da Sezze diretta dal M° Bruno Soscia  e dalla Schola Cantorum Diocesana Corodia diretta dal M° Angela Rita Giugliano.
Giovedì 27 ottobre 2016, nella Basilica Cattedrale di Santa Maria, alle ore 18,00, si terrà una solenne celebrazione eucaristica, presieduta da padre Tommaso Tymchiy i.v.e..
Sabato 29 ottobre 2016, nella Basilica Cattedrale di Santa Maria, alle ore 18,00, si terrà una solenne celebrazione eucaristica, presieduta da padre Pedro Ariel Sosa i.v.e.. A seguire, alle ore 19,00, nella Sala dell' Ercole del Museo Archeologico Comunale in Piazza Bruno Buozzi, si terrà  la Conferenza: "CARLO DA SEZZE, UN CUORE FERITO DALLA MISERICORDIA". Relatore il  PROF. PADRE PIETRO MESSA O.F.M. - Preside della Scuola Superiore di Studi Medioevali e Francescani della Pontificia Università Antonianum di Roma.

La manifestazione ha avuto il patrocinio della Presidenza della Regione Lazio ed è organizzata in collaborazione, oltre che del Comune di Sezze, della Basilica Cattedrale di Santa Maria, dell’ Istituto del Verbo Incarnato, della Compagnia dei Lepini e della Confraternita del SS.mo Cuore di Gesù detta dei “Sacconi”.


Domenica delle Palme, Celebrazione Eucaristica a Valvisciolo

 > 20 marzo 2016


Celebrazione 346° anniversario della morte di San Carlo da Sezze

 > 7 gennaio 2016


"Epifania" 346° anniversario della morte di San Carlo da Sezze

 > 6 gennaio 2016


"Omaggio a San Carlo" nel XX Anniversario della Fondazione

 > 20 dicembre 2015


402° anniversario del Battesimo di San Carlo da Sezze

 > 27 ottobre 2015


402° anniversario della Nascita di San Carlo da Sezze

 > 22 ottobre 2015


"La Forza del Perdono" Incontro Spirituale

 > 16 aprile 2015


56° Anniversario della Canonizzazione di San Carlo da Sezze

 > 10 aprile 2015

Venerdì 10 aprile alle ore 20,15 la chiesa dei SS Piatro e Paolo di Sezze ospiterà la manifestazione "In Nome di San Carlo" per celebrare il 56° Anniversario della Canonizzazione del Santo Patrono di Sezze. 


20° Anniversario della fondazione del Centro Studi San Carlo da Sezze

 > 26 febbraio 2015

Giovedì 26 febbraio alle ore 17,00 si terrà una solenne Celebrazione Eucaristica, presieduta da Padre Giuseppe Dominguez, presso la Chiesa di San Lorenzo Martire a Sezze in occasione del ventesimo anniversario della fondazione del Centro Studi San Carlo da Sezze. 


Terza Peregrinatio della Reliquia di San Lidano a Civita d’Antino

 > 12 settembre 2014

Domenica 14 settembre si terrà la terza Peregrinatio del Busto Reliquiario di San Lidano D’Antena, patrono di Sezze insieme a San Carlo, organizzata dai Comuni di Sezze e Civita d’Antino in collaborazione con  le parrocchie di Santa Maria, Santo Stefano Protomartire, San Lidano Abate ed il Centro Studi “San Carlo da Sezze”. 

La delegazione del comune lepino, guidata dal Sindaco Andrea Campoli, sarà accolta dal Primo Cittadino di Civita d’Antino, Sara Cicchinelli, dal Vicesindaco, Paolo Fantauzzi, dal Parroco, padre Alexander Moreno Infante, e dall’intera comunità della cittadina abruzzese.

Oltre ad alcuni amministratori del Comune di Sezze, tra cui il Presidente della Commissione Consiliare “Cultura, Politiche Scolastiche e Sport”, Ernesto Carlo Di Pastina, parteciperanno anche: il Tribunale Diocesano, nominato dal Vescovo di Latina-Terracina-Sezze-Priverno, Mons.
Mariano Crociata, che si occuperà della peregrinatio del capo del Santo; il Centro Studi “San Carlo da Sezze”, presieduto da Antonella Bruschi; un gruppo di fedeli della parrocchia di S. Maria, insieme all’arciprete - parroco don Giordano Pisanelli; le Confraternite del “Santissimo Rosario”, dei “Santissimi nomi di Gesù e Maria”, dell’ “Orazione  e Morte di Gesù”; una delegazione dell’Associazione Nazionale Carabinieri, della Protezione Civile e dell’Unitalsi.

La venerata reliquia di San Lidano Abate, ogni cinque anni, torna, anche se per un solo giorno, nel paese natale di Civita d’Antino, l’antica Antena, in provincia de L’Aquila, nella parrocchia a lui dedicata in Pero dei Santi.

Qui avrà inizio la giornata di domenica con una processione, che si snoderà per le vie del paese, fino a giungere alla parrocchia di S. Lidano Abate, dove sarà celebrata la santa messa presieduta dal Vescovo della Diocesi di Sora –Aquino – Pontecorvo Mons. Gerardo Antonazzo.

Nel pomeriggio, invece, è previsto l’arrivo del reliquiario a Civita d’Antino, dove nella parrocchia di Santo Stefano si terrà una celebrazione eucaristica presieduta dal Rev.mo delegato del Vescovo di Latina-Terracina-Sezze-Priverno.

Le celebrazioni eucaristiche saranno animate dalla Corale San Carlo, diretta dal M° Bruno Soscia, e dai Cori Parrocchiali.

San Lidano nacque ad Antena, l’attuale Civita d’Antino, in diocesi di Sora,  quasi certamente nel 1026; a nove anni fu ricevuto nel monastero benedettino di Montecassino.

Morti i genitori e divenuto condomino della sua cittadina, una parte del patrimonio familiare venne alienata e il ricavato, con il consenso dell’abate Richerio I, destinato alla fondazione di una comunità monastica ai piedi del monte Antoniano, nel cuore delle paludi Pontine, dove Lidano si insediò nel 1046.

Morì nel 1118 e fu sepolto nella chiesa del suo cenobio, dove il suo corpo rimase fino alla distruzione della basilica avvenuta durante la lotta tra Federico II e il papato, quando venne traslato nella cattedrale di Sezze per volontà del vescovo Drusino.


Il Reliquiario di San Carlo da Sezze, conservato nel convento di Santa Maria Assunta di Baccanello, in ostensione nella Cattedrale di Sezze da domenica 13 aprile fino a mercoledì 23 aprile

> 10 aprile 2014

Il Reliquiario che contiene le reliquie di San Carlo, custodite presso il convento dei frati minori di Baccanello, una frazione di Calusco d’Adda (Bergamo), venne donato, come d’uso, dalla Postulazione dei frati minori a Giovanni XXIII in occasione della canonizzazione di San Carlo da Sezze (12 aprile 1959) e dal Papa inviato in dono al Convento Francescano edificato poco lontano la sua casa natale e in cui aveva emesso la professione nell’ordine francescano secolare.

Per Papa Roncalli quella di San Carlo fu la sua prima canonizzazione e questo incontro sul trono di Pietro con un figlio di San Francesco rappresentò un mirabile auspicio di celeste protezione "francescana" sul suo Pontificato!

La gente di Baccanello e di Calusco d’Adda, nell’onorare il dono Papale, iniziarono a venerare San Carlo con spontaneità e fiducia.

San Carlo lega Sezze e Baccanello per le simili caratteristiche delle due cittadine ed anche per la stessa vocazione del lavoro umile nei campi.

Il beato Giovanni XXIII verrà canonizzato da Papa Francesco il prossimo 27 aprile, insieme al beato Giovanni Paolo II.

Giovanni XXIII, che era nato a Sotto il Monte, paese che si trova a pochi chilometri da Baccanello, giunto al Sommo Pontificato, non si lasciò sfuggire l’occasione di mostrare la sua predilezione al Convento e ai suoi frati, in maniera tangibile e solenne, con il dono del Reliquiario di San Carlo da Sezze.

"I Frati Minori sono i più vicini alla mia vita, perché anch’io sono Francescano… la mattina quando aprivo la finestra, la prima chiesa che vedevo era quella di Baccanello…" (2 febbraio 1961).

Il Convento di Baccanello richiama, quindi, non solo il nome del Beato Giovanni XXIII, iscritto al Terzo Ordine Francescano, ma anche quello di un grande Santo Francescano quale è San Carlo.

Il Reliquiario, che è di pregevole fattura, è stato richiesto dalla Commissione per le Celebrazioni del IV centenario della nascita di San Carlo da Sezze (1613 – 2013), per essere esposto al culto dei fedeli, nel periodo pasquale, nella Basilica Concattedrale di Sezze.

L’ evento è stato reso possibile grazie alla concessione della Curia Provinciale OFM, Provincia San Carlo Borromeo dei Frati Minori di Lombardia.

Una delegazione della Commissione per le Celebrazioni, composta da Ernesto Carlo Di Pastina, Antonella Bruschi e Lidano Pagani, si è recata a Baccanello per il ritiro del Reliquiario, accompagnata da Fr. Nicola Macale della Postulazione delle Cause dei Santi della Provincia Romana dell’Ordine dei Frati Minori. La delegazione è stata accolta da Fra’ Marco e Fra’ Lorenzo e dai confratelli della comunità del noviziato.

L’iniziativa si inserisce nel quadro dei festeggiamenti del IV centenario della nascita di San Carlo che prevedono, nel periodo pasquale, anche l’esposizione di tutti i disegni che hanno partecipato al Concorso Grafico Pittorico e Letterario "San Carlo da Sezze" che ha visto la premiazione dei vincitori lo scorso 6 gennaio.

Verrà inoltre presentato, con una prima proiezione, il DVD sull’ Anno Centenario realizzato dalla Commissione per le Celebrazioni.


Loris Capovilla tra Giovanni XXIII e san Carlo da Sezze

> 17 gennaio 2014

Il beato Giovanni XXIII - che verrà dichiarato santo nel prossimo aprile - ebbe una particolare devozione a san Carlo da Sezze (1613-1670), il primo santo da lui canonizzato il 12 aprile 1959 nella basilica di S. Pietro in Vaticano; nel successivo giovedì 16 aprile, nella basilica Lateranense, in occasione del 750° anniversario della regola scritta da san Francesco per il suo ordine, dopo aver ricordato ai francescani presenti che anche lui era stato ascritto al terz’ordine francescano nel convento di Baccanello - vicino al suo paese natale - Giovanni XXIII ebbe a dire: 

«La scorsa domenica in San Pietro gustav[amo] una ebbrezza spirituale ineffabile nell’esaltare il nuovo Santo della Chiesa del Signore: san Carlo da Sezze, modestissimo fratello laico dei Frati Minori, a cui la grazia, la purezza, la semplicità, la ispirazione maturarono una corona così fulgida di doni celesti quaggiù e di gloria sovrumana ad incanto nostro, a nostro esempio, a nostra protezione. 

Ed è al conventino ancora agreste, ma tanto caro di Baccanello, ad evocazione di rimembranze dolcissime di tutta la Nostra vita, che vogliamo inviare quale dono papale il reliquiario prezioso, che l’Ordine Serafico si è compiaciuto di offrirCi a ricordo perenne del glorioso avvenimento. Come il grande Patriarca Francesco, così il suo ultimo frate minore glorificato, san Carlo da Sezze, pauper et humilis, coelum dives ingreditur, nymnis coelestibus honoratur, alleluia, alleluia».
Per questo legame particolare, appena avuta notizia che il prossimo 22 febbraio papa Francesco creerà cardinale l’arcivescovo Loris Capovilla, già segretario particolare di Giovanni XXIII, è stato inviato dal Centro studi “S. Carlo da Sezze” un telegramma di felicitazioni e di augurio: «Il Centro Studi San Carlo da Sezze apprende con grande gioia la sua nomina a cardinale e, nell’inviare i più sinceri auguri e congratulazioni, invoca su di lei l’intercessione di san Carlo da Sezze - nel 400esimo anniversario della sua nascita - canonizzato il 12 aprile 1959 da papa Giovanni XXIII, del cui pensiero ed insegnamento lei è instancabile custode, e assicura vive preghiere al Signore
».
Per un approfondimento
Trafitto dall’Eucaristia. San Carlo da Sezze dai suoi scritti, Camerata Picena 2011 (alle pp. 276-281 l’omelia del papa il giorno della canonizzazione, alle pp. 282-285 il discorso di Giovanni XXIII ai francescani)
MARCO RONCALLI, Giovanni XXIII. Angelo Giuseppe Roncalli, una vita nella storia, Ed. Lindau, Torino 2012.

Link correlati

> www.assisiofm.it     > www.cristianocattolico.it     > www.agensir.it


La Commissione per il IV centenario della Nascita di San Carlo da Sezze

  > 26 agosto 2013


400° Anniversario della Nascita di San Carlo

> 14 gennaio 2013

Doc >>  Istituita la Commissione per le celebrazioni del IV Centenario della nascita di San Carlo da Sezze


399° Anniversario della Nascita di San Carlo

> 22 ottobre 2012


Iniziative culturali per l'Immacolata

> 6 dicembre 2010

Mercoledì  8 dicembre, Solennità dell’Immacolata, il cuore del centro storico di Sezze sarà ricco di iniziative culturali organizzate dal Centro Studi San Carlo da Sezze, in onore del Santo.

Nell’ ambito dei progetti “Aspettando il Natale con San Carlo da Sezze” e “San Carlo da Sezze tra misticismo e storia” , l’Associazione, presieduta da Antonella Bruschi, che da anni cura la conoscenza e la diffusione della figura del Santo, ha scelto Piazza San Lorenzo con l’omonima chiesa e la stessa Casa Natale di San Carlo, per una serie di interessanti iniziative, che sono realizzate con il contributo dell’Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Sezze.

Alle ore 17,00 verrà inaugurata la Mostra Iconografica sulla Natività, curata da Filomena Danieli e Valter Marchetti. L’esposizione sarà inaugurata dal Sindaco dott. Andrea Campoli e rimarrà aperta fino al 9 gennaio 2011.

Verranno esposte, all’interno della Casa Natale di San Carlo, pregiate immagini sacre originali comprese in un periodo che va dalla fine del 700 ai nostri giorni che si distinguono per caratteristiche artistiche e di contenuto ed assumono, in diversi casi, anche un valore di supporto liturgico ed educativo. A tale iniziativa ha collaborato il Gruppo setino dell’AICIS.

Alle ore 17,30, a seguire, verrà inaugurato, sempre all’interno della Casa Natale di San Carlo, il Presepe Artistico ideato e coordinato da Natalino Dragotti e realizzato dal team artistico dell’Associazione. Lo inaugurerà  Padre Pietro Messa ofm, Preside della Scuola Superiore di Studi Medievali e Francescani presso la Pontificia Università Antonianum  in  Roma. Verrà sottolineato il particolare legame che lo stesso San Carlo aveva con il presepe come riportato dagli studiosi e nella stessa autobiografia, con alcuni episodi che la tradizione ricorda con protagonista il Santo Patrono. Il presepe potrà essere visitato tutti i gioni sino al 9 gennaio 2011.

All’interno della Casa Natale, per tutto il periodo natalizio (fino al 9 gennaio 2011) sarà ancora aperta la Mostra Fotografica “San Carlo e il suo paese…Sezze”.

Alle ore 18,00, all’interno della Chiesa di San Lorenzo, si terrà, poi, la conferenza “San Carlo da Sezze, il bue e l’asino: l’Infinito in una culla”, tenuta da padre Pietro Messa ,ofm, Preside della Scuola Superiore di Studi Medievali e Francescani presso la Pontificia Università Antonianum  in  Roma. Introdurrà la conferenza il Presidente del Centro Studi Antonella Bruschi.

Alla realizzazione della conferenza hanno collaborato il Rotary Club Latina Monti Lepini ed il Conservatorio “Corradini” di Sezze. Sponsor di tutte le iniziative la Tipografia Angeletti Enzo e la Gioielleria Bruno Domenico. L’ingresso a tutte le manifestazioni è gratuito.

Nella stessa giornata dell’Immacolata, la Corale San Carlo da Sezze si esibirà a Segni, presso il locale Seminario Diocesano, nell’ambito di una rassegna polifonica con un repertorio di brani sacri e natalizi.



Antonella Bruschi Presidente

> 10 novembre 2009

La sig.ra Antonella Bruschi è il nuovo Presidente del Centro Studi San Carlo da Sezze.

L’Associazione ha proceduto all’unanimità, nei giorni scorsi, ad una nuova distribuzione degli incarichi del Consiglio Direttivo.

Il cav. Giuseppe Oppo, per l’attività svolta nei tanti anni del suo mandato di Presidente, è stato nominato Presidente Onorario.

Il nuovo Consiglio Direttivo risulta così composto:

Presidente: Antonella Bruschi.
Vice Presidente: Valter Marchetti

Consiglieri: Luigi Martino, Lidano Pagani, Mauro Oppo, Giuseppe Oppo, Giuseppe Di Prospero, Tommaso Brusca, Filomena Danieli e Maria Serafina Venditti.

Nei prossimi giorni il Centro Studi definirà il programma delle attività del periodo natalizio e le proposte per la chiusura dell’Anno Caroliano.

il Presidente Antonella Bruschi