Associazione Nazionale Carabinieri

Commemorazione vittime bombardamento 21 maggio 1944

 

Cerimonia della Bandiera | Centenario Grande Guerra | IV Novembre |

  Banda dei Carabinieri  |  Virgo Fidelis |

Ricerca del Liceo Classico FRAMMENTI DI MEMORIA

21 maggio 2024                                                                                    Porta Sant’Andrea

Commemorazione delle 71 vittime dei bombardamenti americani

In occasione dell'ottantesimo anniversario

a cura di Ignazio Romano

Il Comune di Sezze, la Polizia Municipale, la Protezione Civile e l'Associazione Nazionale Carabinieri, questa mattina alle ore 10,30 a porta Sant'Andrea, in una breve cerimonia davanti ad alcuni cittadini, hanno voluto ricordare il sacrificio delle 71 vittime innocenti dei bombardamenti avvenuti nel 1944 a causa della seconda guerra mondiale, di cui 42 nella sola giornata del 21 maggio nei pressi della chiesa di Sant'Andrea. Molti i ricordi di quella tragica giornata che il Sindaco Lidano Lucidi ha voluto esporre chiedendosi, alla luce della triste attualità mondiale, se veramente la storia insegna qualcosa.  

Di certo una tale importante ricorrenza, che oggi pomeriggio verrà commemorata anche in Consiglio Comunale attraveso la lettura completa dei nomi delle vittime, andava condivisa meglio con la comunità tutta. Penso solo alle nuove generazioni con inviti a partecipare alle scolaresche degli istituti comunali, elementari e medie, con affissioni di manifesti nelle piazze ed anche attraveso una riqualificazione del luogo della commemorazione, a partire dalla parete che ospita le due lapidi ed anche dello spazio antistante con la creazione di una aiuola affinché il ricordo possa permanere tutti i giorni dell'anno. Un invito ad un gesto civile che darebbe peso alle pur importanti parole di un giorno.

Sopra un fermo immagine estratto dal filmato dell'Istituto Luce girato il 26 maggio 1944. Si notano le rovine della chiesa di Sant'Andrea che cinque giorni prima (domenica 21) alle 10,30 del mattino era gremita di fedeli ( tutte donne, anziani e ragazzini) che assistevano alla funzione religiosa. All'improvviso un rombo assordante ha rotto il silenzio e la pace nel paese, e gli aeri amiricani sono piombati sull'abitato della cità di Sezze sganciando il primo carico di bombe e ripassando una seconda volta facendo strage di civili.

La foto sotto è stata eseguita il 21 maggio 1975 a trent'anni dal bombardamento americano di Porta Sant'Andrea. In quella occasione tutto il paese si bloccò ed una folla di persone accorse all'inaugurazione delle due lapidi commemorative dove ogni anno, il 21 di maggio, viene apposta una corona in memoria dei 71 morti dei bombardamenti americani.

  Marchionne Angela e Cardarello Santina il 21 maggio del '44 sono uscite illese dalla chiesa

Nella foto sopra un B 24 in dotazione all'esercito americano dal 1941. Da sottolineare che a partire dal 1942 non vi fu città italiana del centro-sud che non “incontrò” i B-24

FRAMMENTI DI MEMORIA