La Passione a Santiago

 la stampa di Santiago di Compostela

Grande risalto della Sacra Rappresentazione del Venerdì Santo sui quotidiani spagnoli
A distanza di una settimana dalla partecipazione all'Anno Giubilare di Santiago di Compostela, la Sacra Rappresentazione di Sezze ancora fa parlare di sé. La manifestazione setina, infatti, ha riscosso un successo a dir poco eccezionale tanto da assicurarsi diversi spazi perfino sulla stampa spagnola. Nell'articolo del 13 marzo 2010, apparso su "La Voz de Santiago" (La voce di Santiago), si cita per esempio l'arrivo di 200 passeggeri tra persone comuni e professionisti provenienti da Sezze, accompagnati dal Sindaco della città ed alcuni rappresentanti istituzionali.
Si sottolinea, inoltre, la partecipazione del noto attore Franco Oppini, nei panni dell'apostolo Pietro. Nell'articolo suddetto viene ribadita l'importanza della rappresentazione setina perfino dalla Presidente de "I Cammini d'Europa" in Spagna, Maria del Carmen Furelos, che ha invitato il pubblico a non perdere  un evento così importante e suggestivo.

"El Correo Gallego" (Il corriere galiziano), il quodidiano della Galizia con maggiore tiratura, ha dedicato alla Passione di Sezze perfino la prima pagina. "Nel magnifico scenario del centro storico di Santiago - si legge nel Correo Gallego del 14 marzo 2010- si è tenuta la Sacra Rappresentazione di Sezze, che ripercorre alcuni momenti della vita di Cristo fino alla morte. Si tratta di una delle manifestazioni religiose più antiche che si celebra sin dal XVII secolo". Il quotidiano ha poi ricordato anche che "non è la prima volta che la Sacra Rappresentazione si tiene fuori dalla città di Sezze, dove abitualmente si svolge il Venerdì Santo", come accaduto in occasione dell'Anno Santo a Roma nel '50 e nel 2000.
La cerimonia è iniziata a S. Martino Pinario e ha percorso il centro storico fino a raggiungere la piazza di Obradoiro (Plaza do Obradoiro), la più grande di Santiago dove non è stato mai permesso a nessun artista, eccezion fatta per il tenore Luciano Pavarotti, di esibirsi. Il pubblico entusiasta ha seguito la rappresentazione in religioso silenzio. "Il cammino verso Santiago - ha dichiarato il direttore artistico Piero Formicuccia - è stato reso possibile
grazie al lavoro sinergico svolto dalle diverse istituzioni coinvolte, la Regione Lazio - Assessorato al Turismo, l'Astral, il Comune di Sezze, la Compagnia dei Lepini e l'Ass.ne della Passione di Cristo. La Sacra
Rappresentazione di Sezze si conferma essere una delle più belle ed antiche tradizioni non solo della nostra città, ma anche dell'intera regione. Un evento che sta diventando sempre più noto ed apprezzato a livello nazionale ed internazionale, così come dimostrato dall'attenzione
avuta in questi giorni anche dalla stampa spagnola".

La Passione a Santiago