Feste Natalizie Setine 

29 novembre 2015  10 gennaio 2016

Programma del Natale Setino 2015    


sabato 5 dicembre 2015 - ore 17,00                                                               Museo Archeologico

A Sezze s’inaugura la mostra “Mito e realtà della Grande guerra”

 Gli alunni del Laboratorio di storia “Semata”dell’ISISS “Pacifici e De Magistris” tra i protagonisti della ricerca

Sabato 5 dicembre alle ore 17.00 verrà inaugurata a Sezze, presso il Museo archeologico, la Mostra “Mito e realtà della Grande guerra nella memoria del territorio della Provincia di Latina”. L’iniziativa (già ospitata a Cori, Fondi e Terracina) rientra nel programma ufficiale per le Commemorazioni del Centenario della Prima guerra mondiale della Presidenza del Consiglio dei Ministri e costituisce l’esito finale di un progetto intercomunale promosso dalla Regione Lazio e coordinato dall’Archivio storico del Comune di Cori.

Il progetto è nato con l’intenzione di focalizzare l’attenzione di un più vasto pubblico sui riflessi che il conflitto ebbe in diversi Comuni oggi compresi nella Provincia di Latina (Cori, Cisterna, Fondi, Gaeta, Sezze, Terracina), e ha puntato a evidenziare il carattere epocale che ebbero gli eventi del 1914-1918, testimoniando innanzitutto la dialettica tra memoria e oblio in cui furono coinvolti quegli uomini e quelle donne che, in anni tanto terribili, nelle trincee come sul «fronte interno», lottarono, soffrirono e spesso persero la vita.

A questo scopo, il gruppo di lavoro coinvolto ha condotto un’ampia esplorazione sia degli Archivi comunali del territorio interessato sia dei fondi conservati presso l’Archivio centrale dello Stato, negli Archivi di Stato di Roma, Latina e Caserta, nell’Istituto per la storia del Risorgimento italiano di Roma. In maniera parallela, la ricerca ha poi riguardato vari archivi privati nei quali sono stati rinvenuti reperti, lettere e fotografie d’indubbio interesse, che i proprietari hanno sempre messo a disposizione con grande generosità.

I materiali così raccolti hanno consentito di allestire un percorso espositivo di oltre quaranta pannelli, capace di analizzare il conflitto 1915-1918 su tre piani differenti. Nella prima sezione (La Prima guerra mondiale e l’Italia) sono presentati in maniera sintetica gli eventi e gli aspetti più caratterizzanti di quello che può a buon motivo considerarsi come l’archetipo della guerra contemporanea: temi come l’impiego di nuove armi, la propaganda bellica o l’operato della sanità militare sono quindi affiancati da approfondimenti sui motivi che portarono allo scoppio di quella «inutile strage» o al coinvolgimento in essa dell’Italia. Nella seconda sezione (Il territorio della provincia di Latina negli anni del conflitto) vengono indagati risvolti spesso meno noti del conflitto, ma che invece ebbero grande impatto in ambito locale: a titolo d’esempio, si va dalle proteste femminili contro il carovita all’impiego lavorativo dei prigionieri austro-ungarici, dall’assistenza ai profughi per necessità belliche alla tragica epidemia d’influenza spagnola del 1918. Infine, la terza sezione (I riflessi della Grande guerra nelle realtà locali) pone al centro aspetti legati alla storia e alla memoria della Prima guerra mondiale a Cori, Cisterna, Fondi, Gaeta, Sezze, Terracina.

Gli alunni del Laboratorio di storia “Semata” dell’ISISS “Pacifici e De Magistris” coordinati dal prof. Giancarlo Onorati hanno lavorato a cinque filoni di ricerca: 1) La sanità militare; 2) L’assistenza alle famiglie dei richiamati; 3) L’epidemia di spagnola; 4) L’orfanotrofio “Colonia Agricola Pontina” di Sezze; 5) La storia del Monumento ai caduti di Sezze. Un altro gruppo di lavoro dell’ISISS ha collaborato con il prof. Giovanni Raponi, ex docente dell’Istituto setino, a ulteriori quattro filoni di ricerca: 1) La questione dei disertori e dei renitenti; 2) Le rivolte delle donne del 1917; 3) I caduti di Sezze; 4) Il Parco della rimembranza di Sezze. Il Dirigente scolastico dell’ISISS “Pacifici e De Magistris”, prof.ssa Anna Giorgi, che da subito aveva appoggiato l’iniziativa ha ringraziato alunni e docenti per il lavoro svolto.

Il percorso espositivo è corredato da Catalogo a colori di oltre duecento pagine, che ha già avuto l’opportunità di essere presentato al “XXVIII Salone del libro” di Torino (14-18 maggio 2015).



sabato 12 dicembre 2015 - ore 17,30                                                             Museo Archeologico

Presentazione del libro "Rallegrati, piena di grazia"

Su iniziativa del Comune di Sezze, nell’ambito delle attività programmate per il Natale Setino, dell’associazione Culturale “Le Decarcie”, dell’Associazione Culturale “L’Araba Fenice” e in collaborazione con l’I.S.I.S.S. “Pacifici e De Magistris” di Sezze, sabato 12 dicembre 2015, alle ore 17:30, presso la Sala “Ercole” dell’Antiquarium Comunale di Sezze di Largo Bruno Buozzi, sarà presentato il libro dell’Avv. Luigi De Angelis dal titolo “Rallegrati, piena di grazia”. Il libro è stato pubblicato dalla Queriniana di Brescia, che si contraddistingue nel panorama editoriale nazionale per essere una delle più importanti case editrici cattoliche italiane, impegnata nella pubblicazione di testi di teologia, specialmente in fatto di saggistica e manualistica universitaria. In particolare attraverso le collane Biblioteca di teologia contemporanea e Giornale di teologia, fondate e curate da Rosino Gibellini, edita molti dei più importanti contributi della ricerca teologica prodotta, in ambito scientifico, non solo in Italia e in Europa, ma a livello mondiale. Basti pensare che annovera tra gli scrittori personalità della levatura di Karl Rahner, Bruno Forte, Walter Kasper, Dietrich Bonhoeffer, Hans Kung, Basil Hume, Joseph Ratzinger, Yves Congar e molti altri. Alla presentazione del libro interverranno don Anselmo Mazzer, parroco della parrocchia di S. Maria Goretti di Latina e già parroco della Cattedrale di S. Maria di Sezze, p. Ugo Vanni s.j., gesuita, autore della prefazione del testo, ordinario emerito di esegesi del Nuovo Testamento presso l’Università Gregoriana e l’Istituto Biblico di Roma, autore di oltre trenta pubblicazioni sul Nuovo Testamento e uno dei massimi esperti  nell’interpretazione del libro dell’Apocalisse di San Giovanni Apostolo, e la dott.ssa Enrica Cesarale, docente presso la Facoltà di Teologia dell’Università Gregoriana di Roma, dove tiene corsi sulle lettere di San Paolo e sull’Apocalisse. Coordinerà l’incontro il prof. Giancarlo Loffarelli, durante il quale verranno letti brani del libro a cura della Compagnia Teatrale Matuta Teatro ed eseguiti brani musicali da Alessandro Di Giorgi.


NATALE 2015