Associazione Leonardo Onlus Sezze

 www.leonardo-sezze.it

concerto

     21 - 22 luglio 2012                      Centro Sociale U.Calabresi                       INGRESSO € 10

Leonardo Onlus

con il patrocinio del Comune di Sezze e della Provincia di Latina

presenta
6a edizione del Festival Blues Leonardo

    Domenica 22 luglio 2012     ore 22,00     Centro Sociale U.Calabresi  

FRANCESCO BACCINI

francesco baccini - luca volonté

alessandro lunati 

Francesco Baccini nasce a Genova. Impara a suonare il pianoforte da bambino, dedicandosi allo studio dei grandi compositori del passato. Intorno ai vent'anni scopre la musica leggera ed il rock e questa scoperta gli cambia la vita. Inizia così a esibirsi nei locali della sua città vincendo a fatica la naturale timidezza.        
Dopo molti tentativi, nel 1988, con l'imposizione dell'assurdo pseudonimo di Espressione Musica , pubblica il singolo di debutto Mamma, dammi i soldi . Per il primo LP bisogna attendere il 1989. E' Cartoons , che gli consentirà di affermarsi tra i giovani di Saint Vincent e di vincere il Premio Tenco come artista dal miglior album di esordio.          
Nel 1990 pubblica Il pianoforte non è il mio forte nel quale è inserito il brano Genoa Blues cantato in coppia con Fabrizio De Andrè. Sempre nel '90, insieme ai ladri di biciclette, con il singolo Sotto Questo Sole vince il Festivalbar.     
Due anni dopo, nel 1992, la voglia di opporsi al clima di consenso forzato tipico dell'era pre-tangentopoli lo spinge a realizzare Nomi e cognomi , nel quale I bersagli della sua ironia sono scelti con cura: Antonello Venditti, Giulio Andreotti (all'epoca ancora Presidente del Consiglio) Adriano Celentano, Renato Curcio. Con Curcio gira un discusso e censuratissimo videoclip, che rimane un documento di riflessione sui risvolti interiori di una vicenda umana fuori dall'ordinario.  
Nel 1993, pubblica Nudo , un album nel quale oltre alla consueta e pungente ironia dedica spazio e canzoni all'esplorazione dei sentimenti, e scrive, per Bompiani un libro dal titolo omonimo al quale affida la meditazione e le storie dei suoi primi trentatré anni di vita e di musica. Tre anni dopo, nel gennaio 1996, esce Baccini a colori , un ritorno alla satira pungente. Il singolo Sono stufo di vedere quelle facce alla Tv ironizza su alcuni personaggi del mondo dello spettacolo malati di presenzialismo televisivo.        
Nel febbraio 1997 partecipa al Festival di Sanremo con il brano Senza Tu , l'album Baccini and Best Friends ottiene due inediti e alcuni sorprendenti duetti, tra i quali Canzone in allegria con Enzo Jannacci, Mani di forbice con Angelo Branduardi, Mauro e Cinzia con I Nomadi, Margherita Baldacci con Ferruccio Amendola e Ragazza da marito , dedicata al mito di Marylin Monroe, cantata in coppia con Sabrina Ferilli.
Nel maggio del 1999, dopo un lungo e fruttuoso periodo di riflessione, inaugura il secondo decennio di attività con Nostra signora degli autogrill , probabilmente l'album più completo e maturo. Nostra signora degli autogrill è dedicato a due amici: Fabrizio De Andrè e Tim Ambler.

Dal brano Ballata di un ragazzo qualunque contenuto in quest'ultimo album, è stato tratto un videoclip che ha suscitato l'interesse dei media, sia per le guest stars che vi compaiono, sia per la qualità del girato . Infatti, il clip è stato concepito e strutturato come un vero e proprio corto dal regista Gaetano Morbioli, e ha visto il debutto come attore del calciatore Christian Vieri nella parte di un poliziotto, oltre alle prestigiose partecipazioni di Jerry Calà e Alessandro Haber. Francesco Baccini ha partecipato al Premio Tenco '99 con Alessandro Haber. Insieme hanno presentato il brano Fratelli di Blues ed e' poi stato protagonista di un lungo tour teatrale che ha toccato le più importanti città italiane.

Il 19 ottobre 2001 viene pubblicato l'album Forza Francesco , nel quale ricorrono temi universali come la contrapposizione tra la vita e la morte, tra l'amore e l'odio, per un totale di undici brani.    
Il 2 maggio 2003 è uscito La notte non dormo mai , un nuovo doppio cd live che ripercorre l'intera carriera di Francesco Baccini: sul cd 1, oltre a brani in versione acustica, trovano spazio 4 inediti, mentre nel cd 2 Baccini suona accompagnato dalla sua band.

Nel 2005, dopo l'esperienza del reality televisivo Music Farm, esce Stasera teatro disco in cui spicca il singolo In fuga scritto in memoria del campione del ciclismo Marco Pantani.
Il 2006 è l'anno del disco Fra.gi.le e della partecipazione in veste di ospite al Festival di Sanremo in cui affianca Povia nella sua esibizione speciale della canzone Vorrei avere il becco che poi vincerà quell'edizione.  

Con Dalla parte di Caino , uscito nel 2007, ottiene in pochi mesi la menzione speciale per il valor musical-letterario al Premio Lunezia. Nel 2008, da una nuova collaborazione con Povia, nasce il progetto Uniti, singolo e videoclip contenuti in un mini cd, e il disco Uniti duemilacinqueceduemilaotto, album inedito realizzato in coppia con  Povia. 

Francesco Baccini nel 2010 ha festeggiato vent'anni di carriera artistica. Per questa occasione hanno visto la luce anche un libro biografico (a cura di Andrea Podestà e Marzio Angiolani) e un docufilm che sarà presentato al prossimo Genova Film Festival (iniziativa di una coppia di registi genovesi, Cristiano Palozzi e Antonella Sica).

In questi ultimi anni il cantautore genovese si è inoltre cimentato nel lavoro dell'attore con due ruoli da protagonista, nel film Zoè (opera prima del regista Giuseppe Varlotta, in uscita il prossimo anno) e nel cortometraggio Nerofuori (di Davide Bini e Emanuela Mascherini). Il 26 marzo 2010 è uscito il nuovo album Ci devi fare un goal – Le mie canzoni più belle , una raccolta dei suoi più grandi successi con l'aggiunta di due brani inediti Ci devi fare un goal (nel quale Francesco racconta le contraddizioni dell'Italia di oggi attraverso un'ironica metafora calcistica) e il brano Maschi contro femmine, la colonna sonora dell'omonimo film del regista romano Fausto Brizzi.  

Nella tracklist dell'album anche Ho voglia di innamorarmi, canzone che farà parte delle musiche del lungometraggio Dalla Vita In Poi con Cristiana Capotondi per la regia di Francesco Lazzotti (nelle sale in primavera) e la bonus track Vedrai Vedrai di Luigi Tenco.
Nel gennaio 2011 nasce il progetto Baccini canta Tenco, porto in giro Luigi nei Teatri con la regia di Pepi Morgia. Lo spettacolo si compone di 18 brani di Tenco arrangiati insieme ad Armando. Il successo di pubblico e della critica riscosso nei migliori Teatri Italiani porta all pubblicazione dell'album Baccini canta Tenco, album live dello spettacolo che dal novembre 2011 riprende a girare i Teatri della penisola.

TRIO

FRANCESCO BACCINI (TASTIERE E VOCE)

ALEX LUNATI (TASTIERE E VOCE)

LUCA VOLONTE’ (SAX)

ALESSANDRO LUNATI (Tastiere e Voce): nasce a Modena nel 1966 e giovanissimo intraprende gli studi musicali del pianoforte.

Inizia a comporre molto presto e nel 1987 (con il gruppo dei Tan Zero) una etichetta indipendente lo nota e pubblica il suo primo album: “We can’t imagine”.

L’intero lavoro viene utilizzato dal regista romano Nico D’Alessandria come colonna sonora del film-cult “L’imperatore di Roma”.

Nel 2003 con il trio Allunati partecipa al 53° Festival di Sanremo nella categoria “Giovani Proposte” con la canzone “Chiama di notte”, riscuotendo un ottimo successo di pubblico e critica.

Nel 2006 esce il suo primo album da solista dal titolo “Un giorno Perfetto ”. A Marzo 2007 due sue canzoni, “Chiama di notte” e “Licantropia”, vengono incluse nel cd “Bianco e Blu” della trasmissione “Amici” di Maria de Filippi.

A Maggio 2008 esce un nuovo singolo dal titolo “Fili”.

Vanta al suo attivo prestigiose collaborazioni con diversi artisti di fama tra cui Rats e Francesco Baccini. Ha partecipato, come cantante e pianista, a numerose trasmissioni televisive della Rai tra cui Uno Mattina Estate e Domenica In.

Nel 2009 ha partecipato con la canzone inedita “Senza Confine” al Premio Donida, dedicato al grande compositore Carlo Donida Labati ottenendo il posto d’onore.

Nel 2010 esce il nuovo album "Soundays" il suo primo lavoro di musica strumentale.

LUCA VOLONTE’  (Sax): classe ’64, ha collaborato con artisti di larga fama quali: B. Curtis, F. Leali, P. Collins, E. Ruggeri, J. Calà, F. Treves, S. Vastano, E. Braschi, A. Haber e F. Baccini, col quale annovera una collaborazione dal 1995.

Con lo stesso Baccini, nel corso dell’estate 2002 registra un doppio album Live, La notte non dormo mai.

Le mie canzoni più belle è il più recente lavoro discografico con F. Baccini.

Nel corso dell’anno 2011 è in tour con lo show Baccini canta Tenco, dedicato al grande cantautore genovese scomparso, spettacolo vincitore del premio come miglior tour dell'anno.

Nell'ottobre del 2011 viene registrato a Genova il disco del sopra citato concerto.

Partecipa al Sanremo Tenco 1999 tenutosi al teatro Ariston. Diverse rassegne musicali dedicate al grande cantautore F. De Andrè, fra le quali: Faber amico fragile, svoltosi al teatro C. Felice di Genova e Premio De André in scena a Roma.

In studio registra nel settembre 2009 per Gianluca Grignani. A dicembre 2009 prende parte con lo stesso alla realizzazione del video del nuovo singolo Tu sei sempre stata mia.

Numerose sono state le collaborazioni con orchestre di varie formazioni e diverso genere, nonché trasmissioni in onda sulle principali reti televisive nazionali.         
La stagione teatrale 2003/2004 lo vede ingaggiato nella commedia teatrale Orco Loco scritta da Andrea G. Pinckett.

Tenor sax lead dell’orchestra di Alfredo Rey con il quale incide i CD’s dedicati al genere swing Alta infedeltà e Canzoni rubate.

Stardust e New day sono le sue recenti incisioni discografiche. Si tratta di due CD che spaziano dal jazz alla bossa nova, al tema da film, dall’acid jazz all’atmosfera soft della new age.

A Natale 2005 incide in numero di copie limitato Christmas time dedicato al saxofono e realizzato in collaborazione con www.ramponecazzani.it con musiche suonate al sax di arie tratte dai film più famosi: Tutti pazzi per Mary, Colazione da Tiffany, Il matrimonio del mio migliore amico, Casablanca, Mondo cane, The day wine and roses...musiche internazionali dei compositori più noti quali: Ellington, Miller, Wonder, Armstrong, Bacharach, Kenny G, E. Clapton…motivi indimenticabili del repertorio brasiliano come: Desafinado, The girl from Ipanema di Jobim e poi jazz, latino americano, acid jazz, new age, le trasposizioni dei grandi successi del patrimonio swing di M. Boublé, R. Stweart, R. Williams ed altro ancora.


Ø    MARCO MASSA

Nato a Milano nel 1963, studia chitarra con Franco Cerri ed il pianista Renato Sellani con il quale tuttora collabora nelle esibizioni dal vivo e nell’incisione di vari dischi in qualità di cantante (per la Philology di Paolo Piangiarelli é uscita "Trilogia italiana" dedicata ai grandi artisti Bruno Martino, Gino Paoli e Fred Bongusto).

Non a caso, difatti, Marco proviene da esperienze jazz, dove ha cantato e suonato con le più grandi firme italiane e internazionali. Il suo precedente CD è stato premiato come album rivelazione da “MUSICULTURA” al Festival di Recanati grazie alla canzone "Come un Tuareg", tratta dall'omonimo CD realizzato in collaborazione con il contrabassista ed arrangiatore Stefano Dall'Ora, ed il quartetto d'archi Erasmus di Milano.

E' uscito il 29 Novembre 2011, su etichetta NAR International, “IO SONO FREAK” il terzo album di Marco Massa, che contiene la canzone vincitrice del Premio Sergio Endrigo 2011 : “Cara Milano”, brano nostalgico e appassionato dedicato alla sua città.

In quest’album c’è tutto lo spirito di Marco, cantautore di classe che sa scrivere con disinvoltura brani di puro romanticismo e canzoni di sorprendente ironia, dove la sua musica, da artista preparato qual è, segue criteri semplici,  mai banali, sempre perfetti per la sua vocalità e la sua interpretazione.

“IO SONO FREAK” è stato presentato nel corso di una serie di 15-20 suoi concerti live durante i quali ha aperto, accompagnato dal suo trio, le date della recente Tournee di Francesco Baccini, (partita il 19 novembre scorso da Pescara).


Ø   DESPERATE BLUES GIRL

Le Desperate blues girls sono l'unica blues band tutta al femminile d'Italia.

La band si è formata nel 2008 e attualmente è composta da cinque giovani musiciste romane:
Raffaella Monza - voice&harp   
Flavia Lucchetti – guitar 
Martina Bertini – bass
Cristiana Della Vecchia - keyb.           
Giulia Nc Lazzarino - drums

Non solo old blues, ma rock e funk con uno sguardo ai classici e alla modernità e ricercatezza dei brani scelti rendono il loro repertorio vario e coinvolgente.

Tra gli artisti da cui attingono ci sono Muddy Waters e Willy Dixon, Etta James, Jimi Hendrix e Janis Joplin, Joe Bonamassa... e alcune rivisitazioni di brani non esattamente in stile.

La particolare formazione e l'energia sul palco hanno incuriosito  e conquistato il pubblico: iniziando dai pub e contest della capitale in poco tempo hanno suonato in oltre 150 concerti.

Crossroads, Big mama, Stazione birra, Locanda blues, Beba do samba, ecc tra i locali più importanti. Hanno inoltre partecipato ai festival Popoli blues, Borgo in blues, Frosinone rock culture, a motoraduni ed eventi di piazza. Attualmente continuano a girare l'Italia e ad ottobre hanno in programma anche un minitour europeo.  


PAOLO BONFANTI

Genovese, classe 1960, chitarrista, autore, produttore, è ormai da anni una delle personalità di spicco della scena “roots rock” italiana.

Al suo attivo undici album (di cui tre con la storica band Big Fat Mama) e infinite collaborazioni con musicisti italiani (come per es. Fabio Treves) e stranieri, partecipazioni a festival in Italia e all’estero.

Nel 2003 ha suonato con John Popper (strepitosa armonica dei Blues Traveler) e Roy Rogers (maestro dello stile “bottleneck”, produttore di John Lee Hooker), con cui tutt’ora collabora.

Dal 2003 è parte integrante della super-band SLOWFEET, insieme con alcuni  “mostri sacri” del rock italiano come Franz Di Cioccio, Lucio Fabbri e Vittorio De Scalzi, con i quali ha pubblicato nel 2007 il cd “Elephant Memory” (Aereostella/Edel)

BAND

PAOLO BONFANTI (voce, chitarre): inizia a suonare la chitarra nel 1975 dopo studi classici di pianoforte. È laureato al DAMS di Bologna con una tesi sul Blues. Dal 1985 al 1990 front man dei BIG FAT MAMA, una delle più importanti rock-blues bands italiane, con cui incide tre LP, suona in tutti i principali festival della penisola e apre i concerti di alcune leggende del blues e del rock (tra cui Los Lobos, Stevie Ray Vaughan, Johnny Winter, Pogues). Dal 1990 al 1992 suona con alcuni “miti” del Blues inglese come il sassofonista Dick Heckstall-Smith (Colosseum, John Mayall) e Mickey Waller (Jeff Beck, Rod Stewart) nel gruppo DOWNTOWN. Continua l’attività concertistica con una propria band e in solo in tutta Europa e negli Stati Uniti; registra 10 cd a proprio nome, collabora con alcuni tra i migliori musicisti rock-blues come Roy Rogers (produttore di John Lee Hooker) e John Popper (armonica dei Blues Traveler), nonché con Fabio Treves (per cui ha curato la produzione artistica di due cd) e Beppe Gambetta (con cui ha scritto un metodo per chitarra country-rock). Dal 2003 suona con SLOWFEET, una super-band che vede impegnati alcuni grandi del rock italiano come Franz Di Cioccio e Lucio Fabbri (PFM). Con loro ha registrato nel 2007 il cd “Elephant Memory”. Nel 2011 gli viene assegnato il premio alla carriera al “Festival del Mediterraneo” di Genova e pubblica due cd, uno a proprio nome, “Takin’ A Break” (premiato come migliore cd di musica italiana dalla rivista specializzata “L’isola che non c’era”) ed uno, “Purple House”, con il bassista/cantante americano David James, nonché un metodo di chitarra bottleneck/slide edito da fingerpicking.net/Carisch.

GIORGIO RAVERA (chitarra elettrica): è leader, cantante e chitarrista del gruppo La Rosa Tatuata. Il loro ultimo album CAINO è stato premiato al MEI di Faenza come migliore produzione indipendente, ha vinto il Premio Ciampi - Città di Livorno e la Targa Argento della S.I.A.E.

NICOLA BRUNO (basso elettrico): uno dei migliori giovani talenti sulla scena nazionale, anche lui fa parte da tempo de La Rosa Tatuata.

ALESSANDRO PELLE (batteria): Allievo di Orazio Chiappino (storico insegnante genovese) e di Massimo Serra (batterista della Treves Blues Band). È insegnante al Drum Club di Genova ed è membro fondatore della scuola di musica Laboratorio Musicale Genovese. Insegna al DRUM CLUB di Genova; è insegnante abilitato alla scuola di musica “Scuderie Capitani” ed endorser CVL Drums e Ideas For Drummers.