Consulta delle Associazioni

Verbale assemblea

  Consulta delle Associazioni 

Verbale della seduta del giorno 24.06.2009

Presenti:
1. Associazione Culturale LE COLONNE, Emiliano Campoli
2. AVIS Comunale, Ubaldo Brandolini
3. Azione Cattolica – Parrocchia S. Maria Giancarlo Matarazzi
4. Circolo Culturale SETINA CIVITAS, Ignazio Romano
5. Associazioni SETIA LEONIS, Piero Sanguigni 
6. Associazione MATUTATEATRO, Titta Ceccano
7. Associazione IL GIARDINO DEI SOGNI, Patrizia Vali
8. Associazione ERCOLE, Iole Costantini
9. Associazione IL BAULE, Luigi Borgioni
10. Circolo Monti Lepini di LEGAMBIENTE, Fausto Di Lenola
11. Associazione majorettes BUTTERFLY, Ines Serra
12. LEONARDO ONLUS SEZZE, Vincenzo Fustinella
13. BUONA SERA ROMANIA, Vittorio Borsi
14. CIF, Centro Italiano Femminile, Giovanna Castellitto
15. ONIRIKA, Marco Fanella
16. Associazione Artistica GRUPPO ALCHIMIA, Cristiano Di Rosa
17. Associazione ARABA FENICE ,Angelo Palombi
18. Associazione LA COMPAGNIA, Francesco Faustinella
19. Associazione CLAN SYRIO, Donato Matteo
20. CONSIGLIO COMUNALE DEI GIOVANI ,Roberta Carlesimo 

Il giorno 24/06/09, alle ore 21:15, presso i locali del Centro Sociale “mons. U. Calabresi”, si apre l’assemblea straordinari della Consulta delle Associazioni. All’incontro sono presenti l’Assessore Remo Grenga e il Dirigente del settore Cultura Piero Formicuccia.

L’ordine del giorno prevede:
Intervento dell’Assessore alla Cultura sulla partecipazione, Estate Setina e notte bianca e proposta del Consiglio Comunale dei Giovani di Sezze.

La riunione inizia alle ore 21:15 con il presidente che elenca e rilegge i punti all’ordine del giorno. In seguito prende la parola l’Assessore Grenga relativamente al primo punto all’o.d.g. lamentandosi della scarsa partecipazione delle associazioni alle riunioni della consulta, aggiungendo che anche oggi, nonostante la richiesta di partecipazione più volte sottolineata anche dal presidente, non si raggiunge la metà più uno degli iscritti. “Fino ad oggi sono arrivate 14 calendarizzazioni, e le altre associazioni? Devo immaginare che non gli interessa collaborare con la consulta! Oggi come oggi mi ritrovo qui con una scarsissima partecipazione, ma non è un rimprovero a voi che siete presenti, ma a chi non è qui ora e magari si presenta solamente quando fa comodo e girano un po’ di soldi. Ho riscontrato ultimamente una partecipazione qualitativamente migliore ma scarsa numericamente. Sono 40 anni che in questo paese pensano alla Cultura come un pozzo dove attingere. Le richieste che abbiamo ricevuto sono richieste per organizzazioni di feste e sagre e stop, le altre sono di danza. Bisogna aver la capacità di capire che alcune richieste sono assurde e occorre saper riconoscere quando un'altra associazione lavora meglio della nostra, insomma occorre cambiare mentalità. Vogliamo parlare del carnevale? Cercherò d’ora in avanti, con la giunta di informare in modo diverso per cercare più partecipazione. Avete anche votato un articolo per cui un associazione può essere depennata dalla consulta dopo un anno di assenza, si, siamo di manica larga. Vi propongo di lavorare in collaborazione, di non parlare male dei singoli. Ci sono associazioni che fanno lunghe programmazioni, altre lo facevano da prima, e occorre avere un certo rapporto con le istituzioni, non con me ma con le istituzioni in generale. Il comune può aver fatto sbagli, siamo esseri umani, ma il lavoro che la consulta andrà a fare è un lavoro di collaborazione con le istituzioni. Ora passo a quello che volevate sentire… l’Estate Setina. L’Estate Setina si farà, euro più euro meno, avrete anche visto la comunicazione che abbiamo fatto girare sul territorio, “aspettanto l’Estate Setina”, perché non eravamo in grado di stilare nulla ancora. Un problema è il palco, allora lo stiamo comprando insieme ad altre 100 sedie. Questo perché gli altri anni l’abbiamo affittato ma a prezzi alti. Le sedie erano più di mille ora si parla ci 400 unità, non possiamo ricomprare tutto sempre, per questo dall’anno prossimo si darà una caparra che terremo fino alla restituzione dell’ultima sedia. Questo non per batter cassa ma perché non sapete gestirvi. Verrà ingaggiato un tecnico audio e luci sempre disponibile, perché pagato da voi. Ora torniamo a bomba sull’argomento precedente, delle 20 proposte ricevute, molte anche di fuori, non sono ancora passate al vaglio per un problema economico finanziario. Di queste proposte solo 5 sono diverse da feste e sagre, e sono 5 di danza e solo 1 non chiedeva niente. Una buona notizia è che non si pagherà la SIAE, questa è solo un primo trancio di contributo, anche perché tutte le associazioni avrebbero dovuto pagarla tra proiezioni e musiche. Da quest’anno in tutte le manifestazioni e sagre ci sarà un dipendente comunale, non per controllare ma per pubblicizzare, e la pubblicità verrà effettuata tramite volantinaggio mirato e tramite passaggi radio. Per quanto riguarda l’utilizzo delle strutture vi anticipo che ci sono sovrapposizioni di date, luglio ad esempio è già tutto pieno. Altre cattiverie ve le risparmio perché non ve le meritate voi qui presenti”.
Alla fine dell’intervento dell’Assessore Grenga prende la parola Luigi Borgioni, portavoce dell’associazione IL BAULE: “con la mia associazioni abbiamo regolarmente protocollato la domanda per la nostra sagra della bruschetta per 2 giorni, manifestazione che ormai svolgiamo regolarmente da 7 anni, e adesso mi ritrovo con un'altra festa che dura un mese intero con orchestra e stand. Ma allora che si fanno a fare le richieste? Mi hanno anche telefonato per dirmi di alzare i tacchi. La spostate la festa si o no?”
Alla fine del suo intervento il portavoce dell’associazione IL BAULE, riceve una risposta negativa da Emiliano Campoli che prende la parola, rispondendo che è il codice civile che non lo permette, a meno che, non ci siano problemi di ordine pubblico. A questo punto uno dei due membri de IL BAULE, si alza e si allontana affermando che a questo punto ogn’uno si fa la sua festa e buona sera.
Prende la parola Titta Ceccano del MATUTATEATRO: “io non sono qui per fare richieste, voglio solo ragionare sul modo di fare. L’Assessore ha ragione quando dice che per le associazioni la cultura è un pozzo dove attingere, ma è altrettanto cero che ci sono associazioni che attingono più di altre. Ci sono associazioni che sono finanziate dalla regione, sono finanziate dal comune e il biglietto dei suoi spettacoli è di 25 euro. Io ho fatto richiesta per questa struttura per un paio d’ore da dopo le 19:00 come stabilito, mi è stato risposto, 50 euro stiamo a posto! Scusate, ma questa struttura non può diventare una struttura a disposizione delle associazioni come doveva essere il palazzo Pitti? Qui ci sono due stanzoni inutilizzati, ma io non parlo per me che uno spazio ce l’ho e me lo sono creato da solo, ma a qualcuno sicuramente potrebbe servire. E’ la politica che deve fare delle scelte. Io non sono qui per l’Estate Setina, non chiedo soldi perché non partecipo, sono qui per ragionare sui modi e sui progetti.”
Pende la parola il portavoce della LEONARDO ONLUS: “Appoggio in pieno quello che dice Titta, quello che dice è fattibilissimo, basta creare una commissione per decidere e facciamo le cose in trasparenza.
In risposta al rappresentante della LEONARDO ONLUS, prende la parola presidente della consulta: “fino a quando i giornali ci seguono, si possono leggere i verbali diamo un segno di trasparenza. Per rispondere anche al precedente intervento di Luigi Borgioni dell’associazione IL BAULE, il sottoscritto ha provato a contattare l’associazione con cui avete avuto a che ridire ma non sono riuscito a contattarla, anche perché è una neoassociazione e per questo non iscritta alla consulta.
Il portavoce dell’associazione LA COMPAGNIA: “ dovremmo trovare una sorta di regolamentazione di autoregolamentazione, per cercare di non cadere in queste situazioni, com’è il caso di Luigi Borgioni”.
Angelo Palombi portavoce dell’associazione ARABA FENICE prende la parola: “la siae è a carico dell’ente?” Poi prosegue: “mi ero promesso di non intervenire dopo aver ascoltato con interesse l’intervento dell’assessore, ma ora mi chiedo dopo aver ascoltato altri interventi, come fa l’amministrazione a non fare queste scelte? Deve farle! Rispetto ad un programma politico o ad un altro”.
L’assessore Grenga prende la parola per rispondere all’intervento precedente: innanzitutto devo ringraziare Titta per il suo intervento perché il rapporto con le associazioni è e deve rimanere sempre tale, schietto! Comunque le scelte ci sono state com’è il caso di Memorex e Musicacontrocorrente. Riguardo alla OIKOS, per noi è una s.r.l.”. 
Titta Ceccano: “ io non contesto la scelta, ma contesto i 25 euro di biglietto più i finanziamenti più finanziamenti più finanziamenti più sponsor più spazi gratuiti. Ho visto spettacoli migliori a 7 euro”.
Vincenzo Faustinella associato della LEONARDO ONLUS: “allora a stasera che cosa decidiamo riguardo alla vicenda di accavallamento delle feste?”.
Il dirigente del settore Cultura prende la parola: “non possiamo bloccare una festa perché dobbiamo essere inattaccabili giuridicamente e non politicamente, non si può vietare una festa, il fatto di protocollare una domanda prima rispetto ad un’altra associazione non è un criterio, come non è un criterio la vicinanza delle feste”.
Per concludere i punti all’ordine del giorno viene lasciata spazio ai rappresentanti del Consiglio dei giovani che prendono la parola: “noi come gruppo cultura del Consiglio Comunale dei Giovani di Sezze, siamo qui per proporvi una giornata d’arte per il 4 settembre e volevamo sapere se qualcuno è interessato ad una collaborazione. Ad ora c’è una bozza di programma, la giornata tematica e il tema centrale è la bellezza. Si partirà con un’estemporanea di pittura a seguire una mostra fotografica e sfilate di giovani stilisti di Sezze e la sera si concluderà con l’esibizioni di alcune band del paese”.
Dopo qualche scambio di recapiti con le altre associazioni interessate a collaborare con l’attività del Consiglio Comunale dei Giovani l’assemblea si chiude alle 23:40.

Il Segretario 

Vincenzo Polisena

Il Presidente della Consulta 

Ignazio Romano