fare musica a Sezze

Sezze, 15 gennaio 2012

ore 17,30 Auditorium Mario Costa

ingresso libero

 7a RASSEGNA MUSICALE ANNI '60 e '70 

RASSEGNA DI ARCHEOLOGIA MUSICALE SETINA

Con grande piacere e soddisfazione, il Comune di Sezze e l’Associazione culturale Il Grillo presentano la 7a Rassegna musicale anni 60 e 70.

Anche quest’anno sul palco del M. Costa tornano ad esibirsi i più famosi gruppi musicali setini e dei paesi limitrofi che sono stati protagonisti del panorama musicale negli anni ’60 e ’70.Alcuni di questi gruppi continuano seppur in forma amatoriale la loro attività musicale, altri invece, si sono riuniti per l’occasione rispolverando gli antichi strumenti musicali e tutti insieme si esibiranno il 15 gennaio 2012 presentandoci alcune delle famose canzoni di quegli anni.Sappiamo che in quegli anni Sezze non è stata esente dagli influssi dei movimenti politici e culturali che tanto hanno modificato il pensiero nelle giovani generazioni e la musica ha certamente aiutato, anzi collaborato ad affermare un nuovo modello di società.

 

Gli anni Sessanta o, se preferite, i "mitici" anni Sessanta come spesso molti amano definirli, hanno rappresentato certamente il decennio caratterizzato dal più importante rinnovamento generazionale che il secolo scorso abbia mai visto. Gli eventi socio-politici e culturali di quegli anni avrebbero infatti inevitabilmente influenzato e modificato profondamente valori, aspirazioni e stile di vita delle future generazioni. Prima la beat generation e in seguito la musica pop, diventano il nuovo modo di espressione dei giovani, che si identificano sempre di più nei loro idoli musicali. Sono gli anni in cui si affermano i media, la cultura pop e la minigonna, che fa emergere una nuova figura femminile che abbandona gradualmente l'etichetta formale in favore di una maggiore espressione di libertà. 

Nella prima parte del decennio L'Italia risente ancora dei benefici del boom economico, che favorisce le attività economiche ed il progresso della tecnologia. Sono sempre di più gli Italiani che scendono nelle piazze per manifestare i loro ideali politici ed esprimere il proprio dissenso; proprio le piazze saranno teatro, qualche anno più tardi, verso la fine del decennio, delle grandi contestazioni giovanili che culmineranno nella grande rivoluzione culturale del '68.
I primi fermenti rivoluzionari si espressero attraverso IL MOVIMENTO HIPPIE. 

La musica è il megafono di una generazione idealista e confusa, che si identifica totalmente nelle parole e nella musica di artisti quali ERIC CLAPTON, BEATLES, DEEP PURPLE, JIMI HENDRIX, BLACK SABBATH, interpreti di canzoni che hanno fatto la storia della musica degli anni ’60. In Italia ancheggia Celentano ma non è il solo, in Italia, a suscitare quel sentimento; la maggior parte dei cantanti degli anni '60 ha l'aspetto del ragazzo della porta accanto. Il massimo della trasgressione è compiuto da Adriano Celentano, che in un Festival di Sanremo attacca "24.000 baci" dando le spalle al pubblico e ancheggiando furiosamente. Ma qualcosa sta cambiando. Gli echi di Bob Dylan, Kerouack e Ginsberg, pian piano arrivano a bagnare le coste del Bel Paese e a influenzare alcuni gruppi che non perderanno tempo nel definirsi "BEAT". Sono i DIK DIK, L'EQUIPE 84, I NOMADI, I GIGANTI, autori di testi più impegnati e rivolti al vento di novità che arriva dagli States.

Sulla scia dei grandi musicisti inglesi ed americani e dei “complessi musicali” italiani anche a Sezze cominciano a costituirsi i primi gruppi che si ritrovano nelle sale parrocchiali , o nei locali dei partiti per provare i loro pezzi da presentare nelle feste di piazza o nelle sale da ballo.Chi non ricorda i famosi gruppi setini dei “Peccatori”, “I Cardinali”, “I Galanti”, i “ The Gold Man”, e poi “Le Formule”, “Il Sistema Solare”, “Gli Odissea”, “I Canarini”, “I Rangers” e tanti altri che con la loro musica hanno fatto divertire ed innamorare quelle giovani generazioni.

La rassegna giunge quest’anno alla sua settima edizione , come sempre organizzata dall’Associazione culturale “Il Grillo”, si avvale del patrocinio del Comune di Sezze . Il direttore artistico dell’Associazione Piero Formicuccia, ideatore di questo evento , tiene a precisare che il livello musicale delle ultime edizioni è notevolmete cresciuto e i gruppi che quest’anno si esibiranno non tradiranno certamente le attese del pubblico variegato proveniente dall’intera provincia di Latina. 

E allora l’appuntamento è per il 15 gennaio 2012, alle ore 17,30 per ascoltare dal vivo 7 gruppi musicali che allieteranno il pomeriggio musicale del “M. Costa”. 

  PROGRAMMA 

Il 15 gennaio 2012, alle ore 17,30, presso l’Auditorium “Mario Costa” si è tenuta la settima edizione della rassegna di archeologia musicale anni 60 e 70.

 condotto da Emiliano Campoli

con la partecipazione di  

 SISTEMA SOLARE

Di Prospero Vincenzo

 Viglianti Gianni

Mansi Angelo
Formicuccia Piero

Marchionne Stefano

e con 

Piergiorgio Ensoli


Interventi dell'assessore Remo Grenga e Sergio Di Raimo


LA VECCHIA STORIA

 Federici Paride

Di Lenola Giancarlo

Di Lenola Andrea

Rossi Aldo

Savo Emilio


LA MAGLIA DELLA SALUTE 

 Piergiorgio Ensoli

Marco Libamori

Mauro Miletta

Salvatore Cataldo


I NUOVI DUKI

Quirino Cifra

Giacomo Mercuri

Luigi Mercuri

Angelo Magalim
Luciano Paladinelli


GREEN SAUND

Vincenti Gianni

Violanti Memmo

Caradonna Sandro

Frateschi Simone

Paniccia Fausto

 


Tony Steel


BEST SIDE 

Reali Angelo

Viglianti Gianni 

Ferrarotto Cristian 

Cappadocio Cristina

Mantuano Gabriele

Masi Ildo


Elvis Silvestri e Graselend band

 GRAN FINALE 

 “ MITICI  ANNI  SESSANTA “
Il tempo ha rubato
i nostri anni.
Quelle canzoni della gioventù
ce li hanno ridati.
Parole e musica che oggi
sono la nostra  compagnia.
Rivivere ciò che fu,
golen di emozioni,
compiacimento di essere
testimoni dei tempi.
L’antidoto
dei giorni attempati,
assecondati  da quei sogni
realizzati,
come anche delusi,
perduti .
Ma pur sempre  fonte
di ricordi
da gelosamente custodire
dentro una lacrima.

Leone Caetani

 

statistiche